L'imposta grava sui fabbricati e sulle aree fabbricabili ed è a carico del proprietario o del titolare del diritto di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie, sugli stessi. L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota di possesso o di diritto; il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno 15 giorni è computato per intero. L'aliquota è stata determinata da questo Comune per l'anno 2005, nella misura unica del 6 per mille.

VERSAMENTI
L'imposta deve essere versata per l'anno in corso in due rate: - una prima rata di acconto entro il 30 Giugno 2005 pari al 50% dell'imposta dovuta calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell'anno precedente; - una seconda rata dal 1 al 20 dicembre 2005, a saldo dell'imposta dovuta per l'intero anno.
E' consentito il pagamento dell'imposta in unica soluzione entro il termine di scadenza della prima rata (30/06/05). Il versamento non è dovuto se l'imposta complessiva da versare è inferiore ad euro 2,06.
Il pagamento deve essere effettuato direttamente presso il Comune o versando la somma sul c/c postale n. 15041023, utilizzando l'apposito bollettino, intestato a "Comune di Vacone Servizio Tesoreria". Per gli immobili posseduti nello stesso comune deve essere effettuato un unico versamento.
Per i fabbricati inagibili o inabitabili, per cause diverse, l'imposta è ridotta al 50 %. L'inagibilità è accertata dall'Ufficio tecnico comunale con perizia a carico del proprietario (in alternativa, il proprietario stesso può presentare una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che attesti l'inagibilità).
Per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale del soggetto passivo è prevista una detrazione dell'imposta di euro 103,30 rapportata la periodo dell'anno durante il quale si protrae tale destinazione; se l'unità immobiliare è adibita ad abitazione principale di più soggetti passivi la detrazione spetta a ciascuno proporzionalmente alla quota di utilizzo dell'abitazione stessa.
Per le abitazioni concesse in uso gratuito ai parenti in linea retta entro il primo, non è prevista la detrazione di euro 103,30.


DICHIARAZIONI
La dichiarazione deve essere presentata nel caso in cui nell'anno 2004 siano intervenute variazioni negli immobili posseduti. In particolare è fatto obbligo di presentare la dichiarazione se nel 2004 si è verificata una delle seguenti circostanze:
- gli immobili sono stati trasferiti o su di essi è stato costituito (o estinto) un diritto reale di usufrutto, uso o abitazione, enfiteusi superficie, sugli stessi oppure sono variate le quote di possesso, usufrutto o diritto di uso o abitazione oppure sono stati concessi in locazione finanziaria;
- gli immobili hanno perso (oppure hanno acquistato) il diritto all'esenzione o all'esclusione dall'ICI;
- gli immobili hanno cambiato caratteristiche: es. terreno agricolo divenuto area fabbricabile o viceversa; area fabbricabile su cui è stata ultimata la costruzione del fabbricato (o al contrario fabbricato divenuto area edificabile); fabbricato la cui rendita catastale deve essere cambiata a seguito di modificazioni strutturali; appartamenti che hanno smesso di essere adibiti ad abitazione principale o che viceversa; costruzione che ha perso la caratteristica della ruralità.
La dichiarazione deve essere redatta sugli appositi modelli ministeriali entro il prossimo 31 luglio 2006 devono essere presentate le dichiarazioni degli immobili acquistati o ceduti nel corso dell'anno 2005 e di quelli per i quali, durante lo stesso anno 2005, si sono verificate modificazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta dovuta e del soggetto obbligato.
Per ulteriori informazioni e possibile rivolgersi presso la sede comunale (aperto al pubblico tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00), oppure telefonare al numero 0746 676833.


N.B.: Le informazioni presenti in questo sito non hanno valore legale.